27829273_fiorentina-scatenata-in-arrivo-matri-anderson-0

Fiorentina, sorridi: Gomez migliora, arrivano Matri e Anderson

Giornata di riposo per la Fiorentina dopo il pareggio ottenuto contro il Torino. Alla ripresa, il tecnico Vincenzo Montella dovrà valutare le condizioni di capitan Pasqual e di Aquilani, assenti all’Olimpico rispettivamente per un affaticamento muscolare e per un problema all’alluce. Regna comunque l’ottimismo nello staff medico viola, ed entrambi dovrebbero essere a disposizione per la trasferta di Catania di domenica prossima.

Intanto, in mattinata nuovi esami di accertamento svolti da Mario Gomez presso la clinica “Fanfani”. Una sorta di visita di routine, dopo giorni di lavoro differenziato con Luke Bongiorno (il fisioterapista che sta curando anche la riabilitazione negli Usa di Pepito Rossi ndr). Presto ancora per capire quando SuperMario potrà fare rientro in gruppo, anche se, a quanto pare, l’ infiammazione alla “zampa d’oca” sarebbe in via di miglioramento. A confermarlo lo stesso ex Bayern, nel corso della festa della Fondazione Bacciotti: “La visita è andata bene, spero di tornare presto. Conta solo giocare“, ha detto Gomez, che vede sempre più vicina la fine del tunnel.
Un vero e proprio calvario quello subìto dal panzer tedesco dal 15 settembre a questa parte, con decine di specialisti, in Italia e all’estero, chiamati in causa e tanti referti stilati, tutti con un minimo comune denominatore: Gomez è clinicamente guarito. E allora non si capisce perchè un fastidio (quello alla zampa d’oca) considerato di lieve entità tenga ai box ancora dopo quattro mesi il campione. Il quale, come tutti, spera che la visita di ieri da Fanfani sia stata davvero l’ultima. E che sia il preludio per ritornare finalmente lì dove tutti lo aspettano: in campo.

Motori caldi, anzi bollenti, invece sul fronte mercato, dove già nelle prossime ore potrebbe diventare ufficiale un doppio colpo “a costo zero”.

Sarebbe infatti vicina la chiusura con il Manchester United dell’affare Anderson. L’accordo per il trasferimento a Firenze del venticinquenne centrocampista brasiliano, individuato dai viola per puntellare la zona nevralgica del campo, sarebbe stato raggiunto ieri, al termine di una giornata di contatti frenetici tra le due società. Anderson, il cui nome per esteso è Anderson Luis  Abreu de Oliveira, approderà in riva all’Arno con la formula del prestito con diritto di riscatto fissato a 5-6 milioni: tutto sommato un buon affare per tutti, considerato il contratto in scadenza nel 2015, malgrado il sostanzioso investimento effettuato dai Red Devils nel 2007, quando per il brasiliano furono versati circa 31 milioni di euro nelle casse del Porto. Il sì del giocatore c’è gia, adesso si attende solo l’ultimo via libera dall’Inghilterra per ufficializzare l’operazione e mettere Anderson a disposizione di Montella.

Montella che entro poche ore avrà anche l’attaccante tanto desiderato, ovvero Alessandro Matri. E’ tutto fatto con il Milan, con il quale i problemi sembrano essere stati superati: l’ex attaccante della Juve sbarcherà a Firenze in prestito secco fino al termine della stagione. Una formula che accontenta sia i rossoneri – che potranno rilanciare un giocatore ormai fuori da tutto, dai progetti tecnico-tattici finanche al cuore dei tifosi – sia i viola, che hanno un bisogno immediato di un uomo gol in grado di colmare il vuoto lasciato dalla coppia Rossi-Gomez. Adesso si aspetta solo il sì definitivo di Matri, il quale dovrebbe arrivare nelle prossime ore, in tempo per permettere a Montella di averlo a disposizione già per la partita contro il Catania.
In alternativa, restano tuttavia nel mirino anche gli altri candidati: per Demba Ba la Fiorentina sarebbe pronta a trattare con il Chelsea un prestito a costo zero fino al termine della stagione. Stesse offerte sono state avanzate per Floccari, Gilardino e Quagliarella: proprio quest’ultimo è apparso quello più convinto del progetto viola, il problema sono però i rapporti non proprio idilliaci tra Fiorentina e Juventus.

Sul fronte invece del mercato in uscita, sembra sempre più lontano da Firenze, dopo l’ultima chance fallita con la maglia viola, il futuro di Oleksandr Yakovenko. A confermarlo, ai media ucraini, il suo agente Andrey Golovash: “Trovo difficile comprendere il significato delle affermazioni dell’allenatore del Metalist - ha detto il procuratore - La Fiorentina conosce e capisce la sua situazione. Sasha si sta gradualmente riprendendo, sta tornando in forma. Non escludiamo la possibilità di un prestito sino a fine stagione. Ci sono delle opzioni sul mercato per lui e la Fiorentina lo sa. Con il Metalist non ci sono stati negoziati ed è un’opzione che non abbiamo considerato perché non ci interessa”.

Ed è infine calciomercato anche per il giovane brasiliano Ryder Matos. Il Chievo e l’Atalanta hanno già fatto un sondaggio per lui e nelle ultime ore sul giocatore si registra anche l’interesse del Catania. La dirigenza rossazzurra, secondo quanto appreso da Itasportpress.it. ha chiesto il giocatore in prestito fino a giugno ma il presidente Mario Cognigni è stato categorico, chiudendo alla cessione del talento classe ’93 dopo gli infortuni di Mario Gomez e Pepito Rossi. A questo punto è facile ipotizzare la sua permanenza alla Fiorentina almeno fino alla prossima finestra di mercato.