cuadrado

Cuadrado: “La Fiorentina il mio presente”. E il futuro?

Seduta di allenamento allo stadio Franchi per la Fiorentina sotto lo sguardo attento del direttore sportivo Pradè. Il lavoro ha riguardato sia la fase offensiva, con conclusioni a rete, sia quella difensiva, vero e proprio tallone d’Achille del gruppo agli ordini di Vincenzo Montella, come ha dimostrato l’ultima prestazione contro il Verona. All’allenamento col resto del gruppo non hanno preso parte, oltre all’infortunato di lungo corso HegazyGomez, Vecino, Pizarro e Ilicic, rimasti al centro sportivo per eseguire un lavoro di tipo differenziato rispetto al resto dei componenti della rosa. Per quanto riguarda il cileno e l’ex palermitano, la situazione si chiarirà solo nei prossimi giorni, ma al momento c’è una buona percentuale che entrambi possano recuperare in vista della trasferta di Roma in programma domenica alle 12.30. Da segnalare inoltre che Manuel Pasqual ha lasciato l’allenamento dopo circa 30 minuti, ma non dovrebbero esserci problemi per un suo impiego contro i giallorossi di Garcia. Probabile panchina infine per Joaquin, reduce da alcune prestazioni non proprio brillanti.

Intanto, in casa viola continua a tenere banco il calciomercato, con in particolare la questione relativa a Cuadrado che mantiene alta l’attenzione di tutto l’ambiente. Come può uno scoglio (la Fiorentina) arginare il mare (i club più importanti e soprattutto più ricchi d’Europa)? Semplice: muovendosi in anticipo. L’assalto al talento colombiano è partito, forte, deciso e convinto. Proprio come Bayern, Arsenal e Juventus, le tre principali pretendenti all’ala cafetera, le quali fanno sul serio, ma parecchio sul serio. Più defilato invece il Barcellona. “Io non ho avuto contatti con nessuno. - ha detto ieri Cuadrado a ‘El9′ – Il mio presente si chiama Fiorentina“. Gia, e il futuro?
L’intento dei Della Valle è chiaro: tenerlo, riscattandone dall’Udinese anche la seconda metà del cartellino. Proprio per questo Daniele Pradè martedì ha incontrato a Firenze Alessandro Lucci, agente del calciatore. Un colloquio importante, per sistemare gli ultimi dettagli sul rinnovo. L’accordo è praticamente cosa fatta, con Cuadrado che guadagnerà 1,2 milioni più bonus (che potrebbe portare l’ingaggio a 1,8 milioni) fino al 2017. A gennaio la firma.
Poi si passerà al passo successivo, quello con l’Udinese: entro la fine del mercato invernale, le due società si metteranno intorno ad un tavolo per provare a risolvere la comproprietà. Inizialmente il prezzo per la seconda metà del cartellino era stato fissato in circa 15 milioni: una cifra ragguardevole, ma destinata a crescere ulteriormente, complice appunto il pressing dei top club. Il Bayern, l’Arsenal e la Juve hanno già avviato le manovre per portarsi a casa l’intera posta in gioco, ovvero l’intero cartellino. Sarà una battaglia, inutile girarci attorno, ma la Fiorentina farà di tutto per vincerla.

Non solo Cuadrado però nei progetti della Fiorentina: Lucci controlla infatti gli interessi anche di Tomovic e Vecino, su cui Montella vuol continuare a puntare. il serbo è ormai il titolare nel ruolo di terzino destro mentre l’uruguaiano si sta ritagliando piano piano spazio e col Verona ha esordito da titolare. Da un campioncino viola che si farà, ad uno che potrebbe sbarcare: da indiscrezioni circolate, pare infatti che nel corso delle chiacchierate tra il procuratore e la Fiorentina sia ballato anche il nome di Leandro Otormin, talento uruguaiano classe 1996, valutato circa 1,5 milioni. Attaccante esterno in forza al Nacional Montevideo, si è particolarmente distinto con la Nazionale Under 17 al mondiale di categoria, segnando 4 goal in 5 partite, e, stando a quanto riporta Tuttomercatoweb, è seguito con particolare attenzione, oltre che dai gigliati, proprio dall’Udinese.

Per quanto riguarda invece gli altri affari in orbita viola, interessa Muriel, che piace anche a Inter e Juventus: ogni discorso dovrebbe però essere rinviato a giugno, dal momento che l’Udinese a gennaio non ha alcuna intenzione di privarsi del giocatore. Il sogno viola di riformare la coppia con Cuadrado dovrà dunque aspettare ancora qualche mese. La Fiorentina ha inoltre le mani sul difensore olandese Heitinga dell’Everton, arriverà probabilmente a giugno a parametro zero. Il Napoli si è inserito, ma i gigliati hanno l’accordo col giocatore e potrebbero perciò anche anticipare l’operazione a gennaio. Infine, il direttore sportivo Pradè ha definitivamente declinato le proposte del Milan: il suo contratto scade a giugno, ma durante le vacanze natalizie ci sarà sicuramente il rinnovo. Pradè è infatti molto stimolato dal lavorare ancora con Della Valle in coppia con Macia e il grande obiettivo è di vincere qualcosa a Firenze.